L'area archeologica di Forum Novum

L’area archeologica di Forum Novum

La passione per l’archeologia che ha già “contagiato” i tantissimi che hanno potuto apprezzare l’area di Campo Reatino nel corso del mese di agosto si sposta in Sabina grazie alla Delegazione Fai (Fondo Ambiente Italiano) di Rieti che garantirà un’apertura straordinaria degli scavi dell’area archeologica di Forum Novum, nel comune di Torri in Sabina per domenica 28 settembre. La nuova iniziativa del Fai è realizzata in collaborazione con il Consorzio del Museo dell’Agro Foronovano e punta ad aprire al pubblico un altro antico tesoro nascosto della provincia di Rieti. Presso il sito archeologico dell’Agro Foronovano, nel corso di due visite in programma alle 10 ed alle 11,30 a cura di guide specializzate, sara’ possibile ammirare i resti dell’antico municipio di Forum Novum oltre al vicino Museo e l’esterno del Santuario di Vescovio.
L’abitato di fondazione romana risale al I sec. a.C. e nasce come polo di aggregazione politico, religioso e commerciale della zona. Forum Novum era infatti sede di un mercato sorto in un crocevia di strade in comunicazione con l’Etruria, l’Umbria e la Sabina interna. Le indagini geofisiche degli ultimi anni hanno portato all’individuazione di un anfiteatro, di un impianto termale e di una villa. Inoltre, grazie alla collaborazione tra gli speleologi sabini del Gruppo Speleo Archeologico Vespertilio – che cureranno una parte delle visite guidate – e gli speleologi di Egeria Centro Ricerche Sotterranee, si è giunti all’individuazione e all’esplorazione dell’antico acquedotto che confermerebbe la presenza di insediamenti sabini più antichi.
Le visite saranno gratuite per gli iscritti al Fai e per i ragazzi con meno di 12 anni, mentre per gli altri la quota è di 4 euro a persona. Per prenotarsi ad una delle due visite è possibile inviare una email all’indirizzo delegazionefai.rieti@fondoambiente.it oppure contattare i numeri 338/4096399 – 349/0910728.